Ferie e Permessi non goduti

Ferie e Permessi non goduti : cosa sapere e come comportarsi

Precisiamo spiegandone innanzitutto la differenza. Le Ferie e Permessi costituiscono un diritto irrinunciabile per ogni lavoratore subordinato; un periodo di riposo necessario per reintegrare le energie psico-fisiche come previsto dall’Art. 36 della Costituzione. Questi principi manifestano la precisa volontà del legislatore di assicurare al lavoratore un periodo di sospensione dall’orario di lavoro, un periodo di riposo finalizzato al recupero delle energie psico-fisiche, nonché un periodo per dedicarsi alla vita di relazione, familiare e sociale e consentire la soddisfazione delle esigenze di carattere ricreativo e culturale. 

Nel 2003 è stato emanato un decreto in “Attuazione delle direttive 93/104/CE e 2000/34/CE concernenti taluni aspetti dell’organizzazione dell’orario di lavoro” ed è il decreto n. 66. Il Decreto Legislativo n. 66 del 2003 all’art. 10 stabilisce la durata delle ferie annuali infatti ogni lavoratore ha diritto :

  • ad un periodo annuale di ferie retribuite non inferiore alle quattro settimane;
  • Salvo quanto previsto nel contratto collettivo di riferimento per ogni azienda e lavoratore, che può derogare, il periodo di ferie va goduto per almeno due settimane, consecutive in caso di richiesta del lavoratore, nel corso dell’anno di maturazione;
  • Le restanti due settimane vanno godute nei 18 mesi successivi al termine dell’anno di maturazione.

Non possono essere considerati come giorni di ferie (quindi non possono essere scomputati dalle ferie maturate) :

  • Il periodo di preavviso;
  • I periodi di congedo di maternità (o paternità) e di congedo parentale;
  • I periodi di malattia del bambino con ricovero ospedaliero;
  • I periodi di attività svolti per le funzioni presso i seggi elettorali.

Le ferie non usufruite non scadono, restano da godere da parte del lavoratore. Alla conclusione del rapporto di lavoro, le ferie non godute danno diritto all’indennità sostitutiva delle ferie. L’indennità è prevista in specifici casi previsti dal D. Lgs. 66 del 2003. Infatti l’indennità spetta anche per le ferie non usufruite in eccedenza rispetto a quelle minime di legge di 4 settimane e stabilite dal contratto collettivo, quelle non usufruite nei contratti a tempo determinato inferiori ad un anno e per i lavoratori inviati all’estero non trasferisti. La prescrizione è decennale, essendo riconosciuta la natura risarcitoria dell’indennità sostitutiva delle ferie.

Una distinzione fondamentale da dover rammentare tra le Ferie e Permessi, è che le Ferie non godute non possono essere pagate, a differenza invece dei permessi non goduti. Le ferie maturate e scadute (quindi non utilizzate), non possono essere monetizzate. Questo è quello che affermano i decreti legislativi n.66 del 2003 e n.213 del 2004

Dal momento dell’assunzione, ogni lavoratore subordinato, a prescindere dalla tipologia di contratto ovvero se a tempo determinato o a tempo indeterminato, inizia a maturare il periodo di permessi retributivi previsto annualmente dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro di riferimento. E’ il Contratto Nazionale del Lavoro che dispone circa la maturazione dei permessi durante le assenze dal lavoro; la fruizione dei permessi retributivi deve essere in ogni caso preventivamente richiesta al datore di lavoro e da questi concessa.

Non molti sanno che le regole per i Permessi o “ROL” ed “Ex Festività” non goduti sono molto differenti rispetto a quelli applicati alle ferie. Mentre per le ferie non godute non ci può essere monetizzazione, i Permessi non goduti devono essere pagati, secondo la retribuzione del livello, entro il 30 giugno dell’anno successivo alla scadenza. I permessi non utilizzati entro l’anno in cui sono stati maturati decadono. Tuttavia possono essere utilizzati fino alla scadenza del 30 giugno (dell’anno successivo). Entro tale data, se non utilizzati, devono essere pagati. Spesso accade che, proprio a ridosso della scadenza, i datori di lavoro forzino i lavoratori a prendere i permessi residui per evitare il pagamento.

Si fa presente che in mancanza di accordi individuali e/o aziendali, il diritto al godimento del permesso Rol e di Ex festività o in alternativa la loro monetizzazione, sono diritti che il dipendente non perde. E’ il caso di ricordare che anche in caso di cessazione del rapporto, le Ferie e Permessi non goduti sino a quel momento devono essere compensati con la relativa indennità.

Questo è un quadro generale sulle Ferie e Permessi messo a disposizione dal Nostro Team in seguito alle innumerevoli richieste pervenuteci via email.

22 commenti
  1. Danilo Donato
    Danilo Donato dice:

    Ottimo articolo molto chiaro, grazie.
    Una sola domanda: è possibile che le ore di permesso non godute non siano state né pagate né godute entro il 30 giugno dell’anno successivo, ma si siano accumulate nel tempo?

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le Sig. Danilo Donato

      è possibile che il proprio Datore di Lavoro non sia stato informato in modo adeguato ovvero che si dimentichi ovvero che in base all’attività lavorativa non possa comunque concedere ore di permesso ai propri Lavoratori Subordinati e quindi possa accadere di avere, a distanza di un anno solare, ore di permesso maturati ma non usufruite e che una volta raggiunto un monte ore alto, il datore di lavoro possa fare un offerta con il pagamento dei Permessi o ROL maturati fino ad oggi ovvero far usufruire il lavoratore di un numero determinato di Permessi. In tutti i casi verranno comunque Retribuiti, basti vedere il modo, ovvero mentre si svolge la consueta attività lavorativa (quindi verranno evidenziati nella Cedola Paga Permessi Retribuiti) ovvero stando a casa come Permessi o ROL usufruiti.
      Per qualsiasi altra delucidazione non esiti a contattarci telefonicamente oppure via email al seguente indirizzo : paghe@planetservizi.it
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

  2. Patrizia
    Patrizia dice:

    Ho in busta paga un totale ore di 535 di soli rol e festività. Non ne posso usufruire e neanche mi sono mai stati pagati. Rischio di perderli? Come vanno richiesti eventualmente? Il datore di lavoro si puo’ rifiutare? Grazie

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le Sig.ra Patrizia

      non sapendo a quale Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Lei sia inquadrata, prendiamo a campione quello del C.C.N.L. per i dipendenti del Terziario: Commercio, Distribuzione e Servizi per dirLe che :

      – CAPO III, Art. 146 “Permessi retribuiti” (…I permessi saranno fruiti individualmente in periodi di minore attività e mediante rotazione dei lavoratori che non implichi assenze tali da ostacolare il normale andamento dell’attività produttiva…I permessi non fruiti entro l’anno di maturazione decadranno e saranno pagati con la retribuzione di fatto di cui all’art. 195 (CAPO XIII – Trattamento economico) in atto al momento della scadenza, oppure potranno essere fruiti in epoca successiva e comunque non oltre il 30 giugno dell’anno successivo. In caso di prestazione lavorativa ridotta, nel corso dell’anno di calendario, al lavoratore verrà corrisposto un dodicesimo dei permessi di cui al presente articolo per ogni mese intero di servizio prestato, non computandosi, a tal fine, i periodi in cui non è dovuta, a carico del datore di lavoro, retribuzione secondo norma di legge e di contratto.

      Come specificato dal C.C.N.L. stesso non può perderli; nella cedola paga dovrebbero essere specificati in Permessi Maturati, Permessi Usufruiti, Permessi Residui.
      La richiesta per usufruirne è prettamente per iscritto, ovvero richiesta formale per raccomandata al proprio datore di lavoro (come per la richiesta di ferie ed eventuali straordinari).

      Precisiamo però che il Ministero del Lavoro con nota n. 9044 del 3 Giugno 2011, richiamando quanto espresso per l’istituto delle ferie con le circolari n. 186/99 e n. 15/2002, ribadisce che il termine ultimo previsto dal C.C.N.L. può essere differito in virtù di accordi e/o regolamenti aziendali o anche pattuizioni individuali tendenti ad agevolare il più possibile l’effettivo godimento delle ferie da parte del lavoratore, per analogia con quanto sopra espresso, anche relativamente agli istituti dei Rol e delle Ex Festività sarà possibile prevedere forme flessibili di godimento dei permessi, nell’ottica del contemperamento tra le esigenze dell’impresa e dei diritti del lavoratore.

      Per qualsiasi altra delucidazione non esiti a contattarci telefonicamente oppure via email al seguente indirizzo : paghe@planetservizi.it
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

  3. Laura
    Laura dice:

    Buongiorno. Mi ricollego alla domanda della signora Patrizia, il datore di lavoro può rifiutarsi di concedere le ferie?

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le Sig.ra Laura

      la richiesta per usufruirne è prettamente per iscritto, ovvero richiesta formale per raccomandata al proprio datore di lavoro (come per la richiesta di ferie ed eventuali straordinari); pertanto Compatibilmente con le esigenze dell’azienda, e tenuto conto di quelle dei lavoratori, è in facoltà del datore di lavoro stabilire il periodo delle ferie dal maggio all’ottobre, eccettuate le aziende fornitrici di apparecchiature frigorifere e di birra, acque minerali, bevande gassate, gelati e ghiaccio, nonché le aziende di raccolta e salatura di pelli grezze fresche che potranno fissare i turni di ferie in qualsiasi periodo dell’anno. Ferme restando le eccezioni sopra indicate, in deroga a quanto sopra, la determinazione dei turni feriali potrà avvenire anche in periodi diversi dell’anno in accordo tra le parti e mediante programmazione.
      Le ferie potranno essere frazionate in non più di due periodi.
      I turni di ferie non potranno avere inizio di domenica, né di giorno festivo e neppure nel giorno antecedente alla domenica o a quello festivo ad eccezione dei turni aventi inizio il 1° o il 16° giorno del mese. II decorso delle ferie resta interrotto nel caso di sopravvenienza, durante il periodo stesso, di malattia regolarmente denunciata e riconosciuta dalle strutture sanitarie pubbliche competenti per territorio.
      Per concludere, una sua richiesta per usufruire di “X” Giorni di Ferie può essere accolta ovvero modificata nella forma per esigenze aziendali (quindi motivate da parte del Datore di Lavoro).

      Per qualsiasi altra delucidazione non esiti a contattarci telefonicamente oppure via email al seguente indirizzo : paghe@planetservizi.it
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

  4. Cristina
    Cristina dice:

    Buongiorno,
    mi chiedo se l’azienda può invitare/obbligare ad utilizzare i ROL entro il 30 giugno dell’anno successivo alla maturazione, per evitare il pagamento di questi, a fronte di una riduzione di costi?
    Esiste qualche riferimento normativo?
    Grazie mille

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le
      Sig.ra Cristina

      per una risposta dettagliata e professionale, le inoltriamo il seguente link:
      http://wp.me/P4ikA3-iY
      Un Nostro Professionista Le risponderà al quesito posto nel più breve tempo possibile, con l’emissione di regolare Parcella.
      Per qualsiasi altra delucidazione non esiti a contattarci telefonicamente oppure via email al seguente indirizzo : paghe@planetservizi.it
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

  5. Alberto
    Alberto dice:

    Buongiorno
    Ottimo articolo
    Lavoro nel settore del turismo e non ho mai usufruito dei rol, il mio datore di lavoro non li ha inseriti neanche in busta paga, mi sono rivolto all’ispettorato del lavoro, mi hanno detto che loro possono intervenire solo sui crediti certi , cioè quelli scritti in busta paga o risultanti dal cud, dato che il datore di lavoro non li ha mai inseriti in busta paga per ottenere il pagamento dei rol devi rivolgerti al giudice. C’è un’altro modo più veloce invece di intraprendere una causa decennale? c’è un ente che può intervenire subito ?
    Grazie
    Alberto

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le
      Utente

      in base al quesito posto notiamo che si è informato adeguatamente in riferimento al suo caso specifico; Le consigliamo di approfittare del servizio che offriamo online, ricevendo così una risposta dettagliata e professionale di un Nostro Professionista il quale se vorrà Le preparerà una lettera entro 48 ore dettagliando ciò che ha specificato via email nonché chiedendoLe altre informazioni all’occorrenza tali da poterLe dare quindi una soluzione alla sua problematica in quanto in base al contratto siglato possono anche non maturare ROL per i primi 12/24 mesi di assunzione per il C.C.N.L. di riferimento.
      Le inoltriamo il seguente link:
      http://wp.me/P4ikA3-iY
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

  6. martin
    martin dice:

    buongiorno, mi sono accorto che il mio datore di lavoro mi ha segnato in busta baga 7 giorni di ferie e 3 di permesso retribuito che in realtà non ho goduto perchè quegli stessi giorni ho lavorato regolarmente. Come mi posso comportare di fronte a un fatto simile?
    Grazie

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le
      Sig.ra Ilenia

      in base al quesito posto purtroppo deve scrivere una lettera al suo datore di lavoro affinché venga modificata la stampa del Libro Unico e rielaborata correttamente la sua cedola paga. Le consigliamo di approfittare del servizio che offriamo online, ricevendo così una risposta dettagliata e professionale di un Nostro Professionista il quale Le risponderà e se vorrà Le preparerà una lettera entro 48 ore dettagliando ciò che ha specificato via email nonché chiedendoLe altre informazioni all’occorrenza tali da poterLe dare quindi una soluzione alla sua problematica.
      Le inoltriamo il seguente link:
      http://wp.me/P4ikA3-iY
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

  7. Federica
    Federica dice:

    Buongiorno, complimenti per l’articolo! Vi chiedo un’informazione! Una volta finiti i giorni di ferie è possibile usufruire delle ore di rol e festività non godute come giorni di ferie?? Quindi non come ore ma usarne 8 per stare a casa un giorno? Grazie mille!!

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le
      Sig.ra Silvia

      in base al quesito posto ricordiamo che le ferie e i permessi sono un Diritto che ogni lavoratore subordinato matura mensilmente in base alla tipologia di contratto siglato tra le parti; è una sua scelta usufruire delle ferie e/o di permessi per uso personale a prescindere dalla motivazione per la quale li richiede così comparirà il giustificativo nella sua cedola paga quale assenza giustificata anche in base alla tipologia di maturazione ovvero in giorni/ore.
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

    • Silvia
      Silvia dice:

      Quindi saranno semplicemente conteggiate come 8 ore, giusto??
      Grazie infinite per la risposta.
      Saluti,

      Silvia

    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le
      Sig.ra Silvia

      come le abbiamo già riferito, verranno evidenziate le ferie e/o i permessi in base alla tipologia di maturazione ovvero in giorni ovvero in ore per ogni assenza giustificata.
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

  8. Laura
    Laura dice:

    Allo staff PlanetServizi.it,

    avrei una domanda da porvi. A me tra due settimane scade il contratto a tempo determinato per poi riniziare subito nella stessa azienda con un contratto a tempo indeterminato (a tutele crescenti). Ho maturato più di 2 settimane tra ferie, ROL ed ex festività. E’ possibile che mi vengano “spostati” sul nuovo contratto? Le risorse umane mi dicono di no. In questo caso mi verranno monetizzati totalmente per tutte e tre tipologie?

    Vi ringrazio per la risposta.
    Saluti,

    Laura

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le
      Sig.ra Laura

      in base al quesito posto Le possiamo affermare che stipulando un nuovo rapporto di lavoro non è possibile che Le vengano accreditati sul nuovo contratto le ferie e rol/permessi maturati, pertanto Le verranno liquidati. Nel nuovo rapporto stipulato tra le parti inizierà la maturazione da capo.
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

  9. cristina
    cristina dice:

    Buongiorno,
    grazie per l’articolo, scrivo con riferimento al C.C.N.L. per i dipendenti del Terziario: Commercio, dovendo usufruire di 16 e rotti gg di ferie entro il 30 giungo 2015. Per motivi lavorativi è difficile io possa farlo.
    Il mio ufficio personale mi ha segnalato che qualora decidessi di posticipare le ferie dopo il 30 giugno pagherà, anticipandoli, i contribuiti sia il datore di lavoro sia il dipendente (la sottoscritta) sotto forma di trattenute in busta paga che mi saranno restituite nella successiva busta paga nel momento in cui usufruirò delle ferie restanti.
    E’ corretto?
    Grazie anticipatamente per il cortese riscontro.
    cristina

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le
      Sig.ra Cristina,

      ci scusiamo per la tardiva risposta ma abbiamo una notevole mole di lavoro tale da non averLe potuto rispondere prima; per poterLe rispondere in modo adeguato e soprattutto dettagliato nonché Professionale, avendo posto quesiti tecnici di natura privata, non chiedendo quindi più informazioni generali su articoli pubblicati, Le consigliamo una risposta dettagliata e professionale di un Nostro Professionista il quale Le risponderà entro 48 ore dettagliando ciò che ha specificato via email nonché chiedendoLe altre informazioni all’occorrenza tali da poterLe dare quindi una soluzione alla sua problematica.
      Le inoltriamo il seguente link:
      http://wp.me/P4ikA3-iY
      Vi chiediamo la conferma di lettura, cortesemente.
      Ricordiamo che il costo è totalmente fatturato ed è responsabile il Professionista che Le fornirà la risposta in merito alla consulenza richiesta.
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

  10. Bab
    Bab dice:

    Buongiorno,
    E se il datore di lavoro,con un contratto di apprendistato iniziato prima dell’anno2015, arbitrariamente azzera tutte ore di Rol ? Nella mia azienda è successo questo,senza nemmeno pagare le ore !grazie
    Fabiana

    Rispondi
    • PlanetPaghe
      PlanetPaghe dice:

      Spett.le
      Sig.ra Fabiana

      in base al quesito posto Le possiamo affermare che alla fine del contratto siglato tra le parti si dovrà rivolgere ad un Professionista Esperto in Diritto del Lavoro che effettuerà un controllo globale delle singole cedole elaborando quindi un Conteggio Certificato per poi Lei richiedere qualsivoglia mancanza spettante di diritto alla sua persona (quindi anche le ore di Rol sottratte indebitamente).
      Sicuri di aver fatto cosa gradita porgiamo
      Distinti Saluti.
      Lo Staff di PlanetServizi.it

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi