Articoli

ASpI: la nuova indennità di disoccupazione

ASpI

L’ASpI – la Nuova Indennità di disoccupazione

L’ASpI è una prestazione economica istituita dal 1° gennaio 2013 e che sostituisce l’indennità di disoccupazione ordinaria non agricola requisiti normali. E’ una prestazione a domanda erogata, per gli eventi di disoccupazione che si verificano dal 1° gennaio 2013, a favore dei lavoratori dipendenti che abbiano perduto involontariamente l’occupazione. Spetta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto involontariamente l’occupazione, ivi compresi:

  • gli apprendisti;
  • i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato;
  • il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato.
  • i dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche Amministrazioni;

Mentre non sono destinatari della indennità di disoccupazione ASpI:

  • i dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche Amministrazioni;
  • gli operai agricoli a tempo determinato e indeterminato;
  • i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per i quali resta confermata la specifica normativa.

Con l’avvento del nuovo anno, si modifica la durata della prestazione di disoccupazione introdotta dalla riforma Fornero (L. n. 92/2012): l’ASpI. L’aumento, pari a 2 mesi (si passa da 12 a 14 mesi), è operativo esclusivamente per i lavoratori ultra cinquantacinquenni.

Periodo transitorio 2013-2015

Anno di cessazione del rapporto di lavoro Età anagrafica Inferiore a 50 anniPari o superiore a 50 anni;
inferiore a 55 anniPari o superiore a 55 anni20138 mesi12 mesi12 mesi20148 mesi12 mesi14 mesi201510 mesi12 mesi16 mesi

Tuttavia, nei due mesi in più si percepirà l’indennità in misura ridotta, ossia al 70%. Infatti, è previsto che l’indennità ASpI è dovuta:

  • in misura piena (100%), per i primi sei mesi di fruizione;
  • in misura dell’85%, dopo i primi sei mesi e per altri sei mesi;
  • in misura del 70%, (cioè con una riduzione del 30%) dopo il dodicesimo mese di fruizione e fino allo scadere del diritto all’indennità.

Elementi di portfolio